Homeschooling - L'educazione libera e cosciente

Vota questo articolo
(0 Voti)

L'apprendimento nell'età della scuola dell’obbligo è la tappa più importante per ogni essere umano. L'homeschooling è una opzione che non molti conoscono ma che offre innumerevoli benefici: se abbordata con coscienza e conoscenza, sarà l'inizio di un viaggio indimenticabile alla scoperta di talenti e abilità, valori e principi, non solo a livello educativo, ma anche sociale e spirituale.

 

21 homeschooling 1

Il mio rapporto con il sistema educativo

Nel corso degli anni, seguendo mia figlia nel suo percorso scolastico, ho trovato molti punti deboli nel sistema educativo attuale; alcuni di essi erano, per me, completamente inaccettabili. Purtroppo, pensando di non avere altre opzioni, ho imitato roboticamente quello che facevano tutti, ho seguito le regole imposte dal sistema senza fiatare.

Ho cercato delle alternative per poterle offrire un miglior ambiente scolastico e un metodo educativo in linea con la nostra filosofia di vita; però le uniche soluzioni sembravano essere troppo costose o lontane da casa nostra; alla fine dei conti non erano neanche del tutto convincenti per quello che avevo in mente: un ambiente libero e sereno, dove ogni bambino potesse sviluppare i suoi talenti nel rispetto dei suoi tempi e della sua personalità.

21 homeschooling 5

Con totale rassegnazione ho dovuto sopportare maestre prive di empatia, incapaci di motivare, senza vocazione per il ruolo così delicato ed importante che ricoprivano; regole incoerenti e spesso dannose, attenzione scarsa e noncuranza verso le necessità basilari. Fortunatamente ci sono state alcune eccezioni, persone sensibili ed “umane” che hanno reso l’esperienza un po’ più accettabile. Ma ripeto, eccezioni, solo poche eccezioni.

Ho cambiato Paese e mi sono trasferita in Spagna cercando una migliore qualità di vita, ma a livello scolastico il modello era identico, se non addirittura peggiore.

Intanto mia figlia stava crescendo e, nonostante prendesse sempre buoni voti, il suo entusiasmo per lo studio si stava intorpidendo drasticamente. 

decorazione linea

Poi è arrivata la crisi del 2020, la chiusura delle scuole ed il confinamento.

Da quel momento mia figlia, all’età di 9 anni, non è più tornata a scuola, neanche nell’anno scolastico successivo perché ho ritenuto le nuove misure adottate dai centri scolastici inappropriate e lesive per la sua salute fisica e mentale.

Inizialmente non è stato facile conciliare la sua presenza con la mia routine professionale. Lavoro da casa da diversi anni e la gestione del tempo è qualcosa che già ho imparato a risolvere, ma dedicarmi a studiare con mia figlia ha richiesto uno sforzo molto più grande ed una nuova organizzazione, così ho dovuto ricostruire il calendario delle mie attività e reinventarmi.

Dopo pochi mesi abbiamo raggiunto un equilibrio accettabile e, nonostante lo sconforto iniziale, ho approfittato dell’esperienza per tirar fuori il meglio di me: capacità di superazione, accettazione, amore per l’insegnamento, rafforzamento dell’autostima, rafforzamento del’unione familiare.

Perchè ho detto SÌ all’homeschooling

Dedicarmi completamente all’educazione scolastica di mia figlia è stata e continua ad essere un’esperienza meravigliosa. Giorno dopo giorno scopro i suoi interessi, le sue abilità ed i suoi talenti. Mi piace vedere la facilità con cui comprende i concetti, la passione che mette nelle sue attività preferite, la curiosità, la voglia di sapere.

Mi accorgo anche delle lacune che presenta in certi ambiti e in alcune materie; ne sono sorpresa perché non riflettono i buoni voti che ha sempre ricevuto. Investigando un po’ scopro che in classe non riceveva l’attenzione necessaria per superare le sue difficoltà.

Analizzando i libri di testo scopro anche, con grande sconcerto, che il programma proposto è ripetitivo e incoerente, noto che le stesse tematiche che sta studiando quest’anno sono presenti identiche anche nei libri degli anni successivi e precedenti. Spesso, studiando con lei, trovo informazioni inutili, un eccesso di date, di nomi da memorizzare, soprattutto non mi trovo d’accordo con la maniera in cui vengono esposte alcune tematiche come ad esempio l’alimentazione e la salute.

21 homeschooling 3

Così pian piano decido di introdurre nuovi argomenti e nuove materie che mi sembrano più utili ed in linea con il nostro sentire e le nostre credenze, allo stesso tempo elimino quello che mi sembra inutile e ripetitivo.

Essendo alle prime armi, cerco informazioni su quali possano essere i metodi più adatti per l’età e la personalità di mia figlia. Scopro, quindi, che esistono delle realtà ed associazioni qui in Spagna che si occupano di educazione libera, homeschooling ed unschooling.

Mi butto a capofitto in questo mondo e imparo ogni giorno qualcosa di nuovo, scopro che il web è pieno di risorse utili, c’è una quantità infinita di applicazioni, video e spiegazioni davvero ben fatte.

Inoltre entro in una comunità di homescholers e conosciamo tante nuove famiglie, mia figlia trova nuovi amici, io posso condividere la mia esperienza ed ascoltare le esperienze ed i consigli di altri genitori che hanno fatto la scelta di studiare da casa prima di me.

Capisco che la libertà educativa è un requisito fondamentale in totale accordo con i nostri ideali, Julieta è felicissima della scelta, si sente molto più rilassata senza la pressione dei voti e delle altre obbligazioni a cui doveva sottostare essendo a scuola.

Adesso studia più volentieri di prima perché priorizziamo quello che le piace di più, capisce tutto velocemente, con un ritmo rilassato riesce a finire in poco tempo il programma che le propongo.

Passiamo molto più tempo insieme di quanto non abbiamo mai fatto, rafforziamo il nostro rapporto giorno dopo giorno. Non mancano le discussioni, le incomprensioni, i momenti di tensione ma queste sono fonti prezione di apprendimento che ci spingono a riconoscere i nostri punti deboli, a comprenderli, accettarli e risolverli con amore.

Con le nuove famiglie che abbiamo conosciuto ci vediamo tutte le settimane e lei può passare il suo tempo con bambini che le piacciono, non è obbligata a stare con un gruppo che non ha scelto come accadeva quando andava a scuola.

Questa è la strada corretta per noi, non ho dubbi.

L’inizio di un’avventura grandiosa

Non sono qui per dare informazioni sull’homeschooling, ritengo di avere ancora poca esperienza per farlo; per chi ne avesse bisogno c’è molto materiale su internet.

21 homeschooling 4

Vorrei, invece, condividere le mie riflessioni su questa scelta educativa che forse ancora pochi conoscono. È una scelta che va fatta con le dovute considerazioni, deve avere una forte e chiara motivazione ed essere profondamente sentita, non va presa alla leggera.

Ogni famiglia è un mondo, il mio invito è quello di fare un’autoanalisi ed imparare a conoscersi meglio prima di lanciarsi in questa avventura. 

Per me una corretta educazione deve partire dalla conoscenza di se stessi e del mondo che ci circonda, sia a livello materiale, sia spirituale. Deve insegnarci ad essere persone felici, a sentirci completi ed aiutare a connetterci con la nostra missione di vita qui sulla terra, a trovare la nostra vocazione e scoprire i nostri talenti.

Il modello educativo tradizionale è molto lontano da tutto questo, per questo c’è bisogno di ripartire da zero e crearne uno nuovo.

decorazione linea

Ho avuto molte difficoltà nella ricerca di materiali e risorse adatti alla mia idea e all’età di mia figlia, la maggior parte di essi è rivolto agli adulti.

Alcune famiglie usano i libri di testo scolastici, altre utilizzano il materiale interattivo che si può reperire online, altre ancora non utilizzano nulla e puntano all’apprendimento naturale. Io penso che i libri siano fondamentali per l’apprendimento, noi li usiamo come base, come riferimento primario, poi approfondiamo i vari temi con materiale extra, soprattutto visuale. Dove possibile, ci piace fare attività manuali.

Ho trovato alcune pubblicazioni interessanti per bambini e ragazzi che mi hanno colpita e ispirata; mi piace che i temi siano esposti in maniera semplice, divertente e siano ricchi di immagini. Ma si tratta solo di alcuni libri isolati, quello che manca è un percorso completo diviso, organizzato e corredato da esercizi di ripasso. Se non c'è, non rimane altro da fare che crearlo.

Linea editoriale per una educazione cosciente

Come molti di voi sapranno, sono scrittrice e disegnatrice di libri. Ho iniziato questo percorso nel 2014 senza particolari obiettivi. Mi sono fatta guidare dall’intuito ed ho seguito il flusso degli eventi che mi portano oggi ad avere una buona conoscenza del mercato editoriale.

Ho il forte desiderio di creare una linea editoriale specifica per il mondo dell’homeschooling. Per il momento ho creato una agenda settimanale ed una serie di quaderni con schede di lavoro per aree:

HSP list HSP list HSP list HSP list HSP list

Questo è solo l’inizio di un sogno molto più ampio e ambizioso. Vorrei che i bambini avessero gli strumenti giusti per scoprire la grandezza che hanno dentro, sviluppare il pensiero critico, educarsi alle leggi universali e comprendere che siamo qui per vivere un'esperienza irripetibile.

I nostri figli sono la speranza per il mondo di domani, è fondamentale che imparino fin da piccoli a conoscersi e capire il grande potenziale che posseggono, in totale libertà e nella tranquillità dell’ambito familiare.

L’homeschooling per me è stata una grande rivelazione e come me, dopo quello che abbiamo vissuto nell’ultimo anno, moltissime famiglie hanno intrapreso questo stesso cammino. Credo che, o almeno lo voglio sperare, questo rappresenterà la chiave di svolta del sistema scolastico tradizionale, ormai obsoleto, verso delle alternative libere e mirate al reale beneficio dell’individuo.

L’avventura è appena iniziata!

 

Hai qualche dubbio rispetto all’homeschooling oppure vuoi raccontare la tua esperienza a riguardo?
Scrivilo nei commenti!”

Dimmi cosa ne pensi: lascia un commento